Associazione Sportiva Dilettantistica “Arcieri del Mare”

Gli archi utilizzati nel tiro di campagna possono essere classificati in diverse tipologie: l’Arco Storico, il Longbow, l’Arco Ricurvo ed il Compound. A loro volta alcune di queste tipologie hanno delle varianti. Ciascun arco ha i suoi punti di forza, sta all’arciere capire qual è quello più adatto al proprio temperamento!

Arco Storico

L’arco che veniva usato in tempi antichi, dai popoli primitivi al medioevo, diciamo fino all’avvento della polvere da sparo. In questa categoria rientrano tutti quegli archi fatti con materiali naturali, tipicamente con un unico pezzo di legno, e prevede l’utilizzo di frecce con impennaggio naturale e cocche intagliate direttamente nell’asta.

Longbow

Il Longbow è una riproduzione più moderna dell’arco tradizionale per eccellenza, l’arco lungo inglese. Anch’esso, come l’Arco Storico, viene utilizzato con frecce in legno ed impennaggi naturali.

Arco Ricurvo

L’Arco Ricurvo deriva storicamente dall’arco ricurvo orientale, di grande efficacia e velocità. È l’arco scuola per eccellenza, il primo che molto probabilmente vi faremo provare se ci venite a trovare! Può utilizzare frecce in carbonio e impennaggio naturale o in plastica.

Arco Nudo

L’Arco Nudo è un arco ricurvo che può montare alcuni accessori in più, può usare flettenti più lunghi ecc. Si chiama così in quanto è la versione più “spoglia” dell’Arco Olimpico… ma in realtà è più “vestito” della sua controparte Arco Ricurvo 🙂

Compound

Inventato negli USA verso la fine degli anni sessanta, è caratterizzato da un sistema di cavi e carrucole che permettono di sviluppare una maggior potenza con uno sforzo minore da parte dell’arciere, ma questo non significa che sia più semplice da usare degli altri! In FIARC ne esistono quattro varianti, che si distinguono in base agli accessori che l’arco può montare: Compound venatorio, Stile Libero, Stile Libero Illimitato, Freestyle.